ABILITATI PAS, TFA E DIPLOMATI MAGISTRALI IN GAE: ULTIMI GIORNI PER ADERIRE.

tar-del-alzio-targa_interna-nuova

A seguito delle numerose sollecitazioni, lo studio legale dell’Avv. Antonio De Angelis ha deciso di avviare nuovi ricorsi al TAR Lazio, riservati a coloro che non hanno presentato la domanda cartacea di inserimento nelle GAE entro il giorno 8 luglio 2016.

Il termine per l’invio di tutta la documentazione indicata nella scheda informativa da scaricare è GIOVEDI 18 AGOSTO 2016 (farà fede il timbro postale relativo al momento dell’invio).

Anche nel recente passato, il TAR del Lazio ha infatti considerato comunque ammissibili i ricorsi proposti da coloro che NON avevano presentato la domanda.

Ad oggi l’inserimento nelle GAE mediante ricorso giudiziale è l’unica  strada percorribile (alternativa al superamento del concorso scuola 2016) per poter aspirare alla stipulazione di contratti a tempo indeterminato per diplomati magistrali entro a.s.2001/02, abilitati TFA e abilitati PAS (di tutti i cicli)

La pubblicazione del D.M. n. 495 del 22 giugno 2016 offre la possibilità di ricorrere collettivamente dinnanzi al Giudice Amministrativo (TAR e Consiglio di Stato).

L’Avvocato Antonio De Angelis è tra i pochissimi legali in Italia ad aver ottenuto, anche nel recente passato, l’inserimento nelle GAE sia di diplomati magistrali che di abilitati PAS e TFA da parte del Consiglio di Stato. Sul punto, si segnala peraltro che, proprio nei giorni scorsi, il TAR del Lazio (che è il giudice di primo grado della Giustizia Amministrativa), per la prima volta nella storia, ha disposto l’ammissione cautelare nelle GAE di alcuni diplomati magistrali. Si tratta di una apertura che consente di sperare in un esito favorevole anche per le altre categorie di abilitati.

Per tali ragioni, lo studio legale dell’Avv. Antonio De Angelis sta predisponendo ricorsi collettivi (separati per ciascuna categoria di abilitati) per diplomati magistrali, abilitati TFA e abilitati PAS.

Per tutte le info relative ai singoli ricorsi, clicca qui:

RICORSO ABILITATI PAS: scheda informativa pas 2016 luglio 3

RICORSO ABILITATI TFA: scheda informativa tfa 2016 3

RICORSO DIPLOMA MAGISTRALE: scheda informativa diplomati magistrali 2016 3

 

 

Diplomati magistrali, abilitati TFA e PAS in GAE: tutte le info sui ricorsi

tribunale generico

Il 22 giugno 2016 è stato pubblicato dal MIUR il Decreto Ministeriale n. 495 del 2016, con il quale il Ministero ha riaperto, limitatamente ad alcune categorie di docenti,  le graduatorie ad esaurimento.

Dopo che, nei mesi scorsi, il Consiglio di Stato ha definitivamente chiarito (anche su ricorsi patrocinati dall’Avvocato De Angelis) che sussiste la giurisdizione del Giudice Amministrativo (TAR e Consiglio di Stato) su questa materia, è possibile avviare dei RICORSI COLLETTIVI  al TAR del Lazio aventi come obiettivo l’inserimento dei ricorrenti nelle graduatorie ad esaurimento.

Ad oggi l’inserimento nelle GAE mediante ricorso giudiziale è l’unica  strada percorribile (alternativa al superamento del concorso scuola 2016) per poter aspirare alla stipulazione di contratti a tempo indeterminato per diplomati magistrali entro a.s.2001/02, abilitati TFA e abilitati PAS (di tutti i cicli)

La pubblicazione del D.M. n. 495 del 22 giugno 2016 offre la possibilità di ricorrere collettivamente dinnanzi al Giudice Amministrativo (TAR e Consiglio di Stato).

L’Avvocato Antonio De Angelis è tra i pochissimi legali in Italia ad aver ottenuto, anche nel recente passato, l’inserimento nelle GAE sia di diplomati magistrali che di abilitati PAS e TFA da parte del Consiglio di Stato. Sul punto, si segnala peraltro che, proprio nei giorni scorsi, il TAR del Lazio (che è il giudice di primo grado della Giustizia Amministrativa), per la prima volta nella storia, ha disposto l’ammissione cautelare nelle GAE di alcuni diplomati magistrali. Si tratta di una apertura che consente di sperare in un esito favorevole anche per le altre categorie di abilitati.

Per tali ragioni, lo studio legale dell’Avv. Antonio De Angelis sta predisponendo ricorsi collettivi (separati per ciascuna categoria di abilitati) per diplomati magistrali, abilitati TFA e abilitati PAS.

Ai fini della partecipazione al ricorso, è necessario inviare a mezzo raccomanda a/r al MIUR e all’USR di riferimento la domanda cartacea di inserimento in GAE (v.allegati).

Per tutte le info relative ai singoli ricorsi, clicca qui:

DIPLOMATI MAGISTRALI: 

scheda informativa diplomati magistrali 2016

Domanda_inserimento_gae_diploma_magistrale_2016

ABILITATI TFA:

scheda informativa tfa 2016

Domanda_inserimento_gae_abilitati_2016

ABILITATI PAS:

scheda informativa pas 2016 luglio

Domanda_inserimento_gae_abilitati_2016

Diplomati magistrali, abilitati TFA e abilitati PAS: al via nuovi ricorsi collettivi

tar-del-alzio-targa_interna-nuova

Il 22 giugno 2016 è stato pubblicato dal MIUR il Decreto Ministeriale n. 495 del 2016, con il quale il Ministero ha riaperto, limitatamente ad alcune categorie di docenti,  le graduatorie ad esaurimento.

Dopo che, nei mesi scorsi, il Consiglio di Stato ha definitivamente chiarito (anche su ricorsi patrocinati dall’Avvocato De Angelis) che sussiste la giurisdizione del Giudice Amministrativo (TAR e Consiglio di Stato) su questa materia, è possibile avviare dei RICORSI COLLETTIVI  al TAR del Lazio aventi come obiettivo l’inserimento dei ricorrenti nelle graduatorie ad esaurimento.

Ad oggi l’inserimento nelle GAE mediante ricorso giudiziale è l’unica  strada percorribile (alternativa al superamento del concorso scuola 2016) per poter aspirare alla stipulazione di contratti a tempo indeterminato per diplomati magistrali, abilitati TFA e abilitati PAS

La pubblicazione del D.M. n. 495 del 22 giugno 2016 offre la possibilità di ricorrere collettivamente dinnanzi al Giudice Amministrativo (TAR e Consiglio di Stato).

L’Avvocato Antonio De Angelis è tra i pochissimi legali in Italia ad aver ottenuto, anche nel recente passato, l’inserimento nelle GAE sia di diplomati magistrali che di abilitati PAS e TFA da parte del Consiglio di Stato. Sul punto, si segnala peraltro che, proprio nei giorni scorsi, il TAR del Lazio (che è il giudice di primo grado della Giustizia Amministrativa), per la prima volta nella storia, ha disposto l’ammissione cautelare nelle GAE di alcuni diplomati magistrali. Si tratta di una apertura che consente di sperare in un esito favorevole anche per le altre categorie di abilitati.

Per tali ragioni, lo studio legale dell’Avv. Antonio De Angelis sta predisponendo ricorsi collettivi (separati per ciascuna categoria di abilitati) per diplomati magistrali, abilitati TFA e abilitati PAS.

E’ importante agire tempestivamente, al fine di cercare di ottenere un provvedimento giudiziale favorevole prima dell’inizio dell’anno scolastico 2016/17.

Per tutte le info, inviare una mail al seguente indirizzo:

RICORSO DIPLOMA MAGISTRALE: ricorsodiplomatimagistrali@gmail.com

RICORSO ABILITATI TFA: tfaricorso@gmail.com

RICORSO ABILITATI PAS: pasricorso@gmail.com

Diplomati magistrali: vinto il Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica

foto(15)

Importantissima pronuncia del Consiglio di Stato su Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica proposto dall’Avvocato Antonio De Angelis.

Con parere n. 1445, pronunciato nella Adunanza di Sezione dell’ 8 giugno 2016 (data di spedizione 16.6.2016), il Consiglio di Stato, sezione seconda, ha disposto l’ammissione con riserva nelle GAE di  61 docenti, in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/02.

L’accoglimento della istanza cautelare consentirà ai ricorrenti di stipulare, già a partire dall’a.s. 2016/17, contratti a tempo determinato e  indeterminato.

Si tratta di un precedente di notevole importanza, se si considera che, in passato, il Consiglio di Stato su ricorsi straordinari al Capo dello Stato proposti da docenti in possesso di diploma magistrale non aveva mai concesso la tutela cautelare.

 

REITERAZIONE DEI CONTRATTI A T. D. : VITTORIA AL TRIBUNALE DI ISERNIA

foto(15)

Nuovo successo sul fronte della lotta al precariato nella scuola per lo Studio Legale De Angelis.

Il Tribunale di Isernia, sezione lavoro, con sentenza n.126/16,  ha accolto un ricorso proposto da un docente, assistito dagli Avvocati Antonio De Angelis e Cristiana Zanella, dichiarando l’illegittimità dei contratti a tempo determinato  stipulati dallo stesso con il MIUR.

Il Giudice del Lavoro, Dott. Mario Ciccarelli, ha condannato il MIUR al pagamento, a titolo risarcitorio, di una somma pari a 5 mensilità della relativa ultima retribuzione globale di fatto, oltre correlativi accessori di legge.

Si tratta di un pronunciamento importante, anche in considerazione del fatto che lo stesso avviene dopo l’udienza in Corte Costituzionale del 17 maggio scorso, in cui i Giudici Costituzionali non hanno deciso definitivamente sulla annosa questione della reiterazione dei contratti.

Sia prima che dopo il 17 maggio 2016, la maggior parte dei Tribunali del lavoro italiani ha deciso di rinviare la decisione su questa tipologia di controversie, in attesa della pronuncia della Corte Costituzionale.

Il Tribunale del lavoro di Isernia ha invece ritenuto di poter decidere, in senso favorevole al ricorrente, senza attendere il pronunciamento della Corte Costituzionale.

TFA IN GAE: avevamo ragione noi.

foto(15)

Importanti sentenze del Consiglio di Stato su 2  ricorsi patrocinati dall’Avv. Antonio De Angelis, relativi ad abilitati TFA che chiedevano di essere inseriti nelle GAE.

In precedenza, il TAR del Lazio aveva dichiarato inammissibili i ricorsi proposti per difetto di giurisdizione del giudice adito,affermando la giurisdizione del giudice ordinario.

Con le  sentenze nn. 2023 e 2029 del 18.5.2016, il CDS ha accolto i ricorsi in appello,  riconoscendo la correttezza della scelta effettuata all’inizio della nostra azione giudiziaria di adire il giudice amministrativo per questo genere di controversie.

A questo punto, i giudizi ritornano al TAR del Lazio, che dovrà entrare nel merito della questione, valutando se sussiste o meno il diritto degli abilitati TFA di essere inseriti in GAE.

In caso di (prevedibile) esito negativo dei giudizi dinnanzi al TAR (fino ad oggi i giudici amministrativi di primo grado hanno sempre negato il diritto degli abilitati TFA ad essere inseriti in GAE), la vicenda giudiziaria investirà nuovamente il Consiglio di Stato, che già in passato, sempre su ricorsi patrocinati dall’Avvocato Antonio De Angelis, aveva disposto l’ammissione in GAE di abilitati TFA.

La battaglia per la tutela del diritto degli abilitati TFA ad essere inseriti nelle GAE continua!

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.